❀ Benvenuti nel mio angolino


The scent of magic
Tra le pagine di un mondo virtuale mi perdo e mi ritrovo, alla ricerca di me stessa e del mondo...
Qui troverete pensieri, emozioni, ricordi, sogni e speranze, per condivedere con voi il mio mondo attraverso la scrittura e le immagini.
Benvenuti nel mio angolo e buona navigazione!
Avvertitemi (linkando il vostro sito/blog) se prelevate qualcosa, grazie.
N.B.: gli scritti, le poesie e i lavori di grafica presenti, ove non sia specificata una diversa fonte, sono mio copyright e non sono riproducibili, interamente o in parte, senza il mio consenso.
NO commenti offensivi, spam, blogwalking e blog/siti a scopo di lucro e/o con contenuti pornografici.

Puoi votarmi qui: classifica siti

The scent of magic

mercoledì 9 febbraio 2011

Gessetto e carboncino

Sweet dreamy girl

Un ticchettio s'avverte di lontano
lento ed incessante
battere sul vetro.
Capo chino, seduta sul tuo letto,
un libro aperto tra le mani,
ma tu non sembri farci caso.
Assorta nei pensieri
sfiori un cellulare,
muto già da un anno:
spesso lo hai guardato
nell'attesa di un messaggio,
di uno squillo
che non arrivava mai.
Tutto ti parlava di quel giorno
persino il libro che or'hai tra le mani...

Ricordi, amica mia?
Piove come allora.
Un ticchettio leggero, ma incessante.
Qui in casa noi eravamo.
Un libro mi portasti,
proprio questo che ora stringo tra le mani.
Solo  ieri, cercando tutto dì,
ad aprirlo son riuscita...
Qualcosa vi ho trovato:
di te e di me una miniatura
dolcemente disegnata.
Tratto inconfondibile
ad occhio esperto mica sfugge?
Mano tua impeccabile
rende grande questa foto
di nero carboncino e candido gessetto.
Vederla mi fa male,
ripenso alle parole dette
ma nel vero non pensate.
Volevi sol parlare del nuovo tuo aspetto:
sognato avevi tanto
immagine cambiare.
Volevi sol piacere
agli altri come a me.
Gelosa non capivo,
vedevo solamente un futuro senza te.

I giorni son passati,
più noi stavamo male,
più tu t'allontanavi,
chè stupida orgogliosa non vedevo,
più io ti trattenevo,
più fuir lontano cor tuo bramava.
Ma ora ho capito
e non voglio più errare:
amicizia
 affetto
sorellanza
noi due lega.

Stringi ora tra le mani
non più il libro dei ricordi risvegliati
nè il disegno
prezioso come oro
conservato,
ma una lettera di scuse
e d'affetto per l'amica
la sorella designata
dal cuore
dalla mente
e dal destino.
Poche righe per chiedere perdono
e la pagina allegata
prima custode del tesoro,
chè un anno è passato
e mai nessuna delle due
a ricominciare ha provato.
Tesoro prezioso è l'amico:
lasciarselo sfuggire
e nemmeno provare a lottare
valor ne sminuisce
e questo tu lo sai.
Recupera i ricordi
e tienili nel cuore
chè il tempo lo sai vola
e ogni attimo è prezioso.
Breve  il cammino
e triste senza amico.

2 commenti:

  1. ..tesoro..guarda, sarà anche non autobiografica, ma colpisce lo stesso. Poi mi ricorda una "cara" amica che non sento da tempo. Mi fa pensare al fatto che per lei ero solo un ripiego quando non aveva nessuno con cui uscire. Certo..
    Vabbè lasciamo stare, sei stata bravissima. E' molto profonda. Bella, molto bella, davvero complimenti. Mi piace molto anche l'immagine, disegni divinamente!!
    Complimenti piccola poetessa.
    Un bacino.
    Grazia

    RispondiElimina
  2. Che bella, stellina. Mi fa ripensare a tante cose, amicizie finite ma anche a quelle nuove.
    Eh, l'amicizia, già già!
    Brava brava!

    Un bacino.

    RispondiElimina

Grazie per aver letto i miei pensieri

Lascia un commento per farmi sapere cosa ne pensi, perchè i tuoi commenti alimentano il mio blog ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

❀ Lettori fissi