❀ Benvenuti nel mio angolino


The scent of magic
Tra le pagine di un mondo virtuale mi perdo e mi ritrovo, alla ricerca di me stessa e del mondo.
Benvenuti nel mio angolo e buona navigazione!
Avvertitemi (linkando il vostro sito/blog) se prelevate qualcosa, grazie.
N.B.: gli scritti, le poesie e i lavori di grafica presenti, ove non sia specificata una diversa fonte, sono mio copyright e non sono riproducibili, interamente o in parte, senza il mio consenso.
Avviso a tutti gli scrittori autopubblicati, emergenti e co.: Se volete che recensisca i vostri romanzi, sarò ben lieta di farlo. Basta contattarmi in privato.
NO commenti offensivi, spam, blogwalking e blog/siti a scopo di lucro e/o con contenuti pornografici.


The scent of magic

martedì 26 giugno 2018

Recensione: Trilogia delle Terre Elfiche. Le rune di Winslar

Buongiorno a tutti, cari amici, oggi voglio segnalarvi un nuovo romanzo di genere fantasy, ambientato nel meraviglioso mondo degli Elfi. Dalla "Trilogia delle Terre Elfiche", vi parlerò qui de "Le rune di Winslar". Ho intrapreso questo viaggio incuriosita dalla trama del romanzo e ne sono rimasta piacevolmente colpita.

Titolo: Trilogia delle Terre Elfiche. Le rune di Winslar

Autore: Daniele Conti

Editore: Daniele Conti

Pagine: 158

Copertina flessibile: € 13,98 su Amazon
 
Formato Kindle: € 4,49 su Amazon

Data di pubblicazione: 20 dicembre 2017

Genere: Fantasy



Trama:

Quando una coppia di elfi silvani trova un neonato umano sulle rive del fiume Samir, decide di tenerlo con sé e di crescerlo come un figlio. Il suo nome è Losnar. Ben presto i due si renderanno conto che per il piccolo le cose non saranno facili, poiché dovrà lottare contro i pregiudizi della comunità elfica rischiando di non venire mai accettato. Questo porterà il ragazzo a porsi delle domande sulla propria natura. Domande alle quali solo un manoscritto, custodito in una città ai confini delle terre conosciute, può dare risposta. Parallelamente, anche la vita di un giovane drow sembra destinata ad affrontare i conflitti che le crudeli leggi della società matriarcale degli elfi scuri generano nella sua anima. Il suo nome è Semak. Egli sarà costretto a prendere drastiche decisioni che cambieranno il corso della sua vita e quello di coloro che gli sono vicini, per sempre. Sullo sfondo di una guerra preparata per anni dalla matrona drow, la perfida e sensuale Deyre, i destini del giovane umano e dell’elfo scuro sono destinati a incrociarsi. I nostri giovani elfi riusciranno a compiere un viaggio oltre loro stessi per comprendere che la diversità, fino a quel momento considerata debolezza, è in realtà la forza più grande?

Recensione:

Il racconto inizia con un accenno alle vicende che hanno portato alla scissione nel mondo elfico tra Elfi Silvani ed Elfi Scuri, i Drow. La feroce guerra ventennale ha visto le due fazioni opporsi fino al ritirarsi dei Drow nelle cavità dei Monti Oscuri.
La scena si sposta poi sui due protagonisti, di cui quindi si viene subito a conoscenza, Losnar e Semak, rispettivamente un cucciolo d'uomo allevato e cresciuto tra gli Elfi Silvani ed un giovane drow cresciuto solo dal padre secondo i suoi principi.
Losnar e Semak appartengono a due mondi molto diversi, eppure qualcosa li accomuna, i loro valori e il loro desiderio di avere un posto nel mondo. È un viaggio alla scoperta di se stessi, nel quale entrambi i giovani devono trovare il coraggio di lasciarsi tutto alle spalle per poter finalmente avere il proprio posto nel mondo.
Daniele Conti mi ha piacevolmente sorpresa con il suo primo romanzo, in quanto in ogni pagina traspare tutto il suo entusiasmo e la passione per questo genere letterario. Riesce a raccontare dei due protagonisti, saltando da un "mondo" all'altro, senza avere la sensazione di smarrirsi, ma anzi accende l'attenzione e la curiosità del lettore.
Un piccolo appunto alla narrazione che vorrei fare, e spero l'autore non me ne voglia, è che avrei preferito venisse spiegata meglio la questione della guerra tra gli elfi, quali sono state le cause scatenanti. Sono sicura, però, che il mistero sarà svelato nei prossimi volumi. Del resto si tratta di una trilogia, così come ha specificato lo stesso autore, quindi, più che un appunto, è la curiosità di conoscere gli eventi a 360° a parlare. Nel complesso la narrazione risulta comunque molto scorrevole ed accattivante per il lettore.
Nel racconto si susseguono una serie di personaggi, ognuno con il proprio carattere e le proprie ambizioni. Trovo particolarmente bella la scena che descrive come la madre adottiva di Losnar decide di prendersene cura: è al tempo stesso amara per ciò che è appena capitato, ma dolce per la sua conclusione.
Mi piacerebbe soffermarmi anche su altre scene, ma rischierei di rovinare la sorpresa a chi si appresterà a leggere il romanzo per la prima volta. Trovo comunque molto bello il passaggio tra i "due mondi", uno scuro, opprimente, in cui il libero pensiero è vietato e tutti devono sottostare alle rigide regole della regina Ragno, e l'altro più delicato, colorato, in cui ancora si respira quella dolce sensazione di speranza per il futuro. Eppure in entrambi i luoghi c'è il rovescio della medaglia. Lo sanno bene i protagonisti, che proprio per questo motivo, decidono di mettersi in viaggio, un percorso spirituale oltre che fisico, che li porterà ad intrecciare i loro cammini.
 
Consiglio la lettura di questo romanzo a tutti gli appassionati di questo genere letterario, poichè sicuramente ne rimarranno piacevolmente affascinati.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver letto i miei pensieri

Lascia un commento per farmi sapere cosa ne pensi, perchè i tuoi commenti alimentano il mio blog ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

❀ Lettori fissi